» Sassuolo - Viabilità

Nuova gestione della sosta al Temple Bar di Sassuolo: al via in fase sperimentale da questo fine settimana

Inizia da questo fine settimana la nuova gestione della sosta in Largo Bezzi e nel tratto centrale di via Indipendenza. “Si tratta – afferma il Vicesindaco con delega alla viabilità ed alla sicurezza Gian Francesco Menani – di un primo passo sulla strada che porta a dare risposte concrete alle esigenze dei fruitori del Temple Bar ed alle proteste che nelle ultime settimane sono arrivate dai residenti. Una soluzione sperimentale che ci offrirà la possibilità di valutare a pieno in questi mesi estivi la sua funzionalità per poi intervenire, nel caso ce ne fosse bisogno, con correzioni o miglioramenti”.

L’intervento, attuato in via sperimentale fino alla fine di Settembre e concordato con una rappresentanza dei residenti, disciplina la sosta nella fascia notturna , dalle ore 20 alle 06 della mattina seguente, consentendo la sosta libera sul lato nord nel tratto centrale di via Indipendenza e riservando in particolare la sosta in Largo Bezzi ai soli residenti di via Bolzano e via Padova. La nuova regolamentazione dovrebbe portare un miglioramento per i residenti di questa porzione del quartiere “Parco” che hanno lamentato disagi derivanti dalla sosta notturna degli avventori dei locali presenti nella zona.

“Mettendo a disposizione dei fruitori del Temple Bar i parcheggi di viale Indipendenza – conclude Gian Francesco Menani – abbiamo voluto risolvere il problema parcheggi lamentato dai residenti e, al tempo stesso, dare la possibilità a chi si reca al Temple di avere un luogo in cui lasciare l’auto non troppo distante dal bar: si tratta di 50 metri in più da percorrere a piedi che non riteniamo rappresentino un disagio. Invitiamo tutti i fruitori del Temple Bar a controllare a dovere la segnaletica e ad assumere un comportamento tale da non arrecare disturbo ai residenti durante le ore notturne: dopo i primi tempi di tolleranza dovuta alla novità, infatti, provvederemo a sanzionare che non rispetta obblighi e divieti”.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print

16 commenti

  1. Adriano Giampietro scrive:

    Quanto ai parcheggi, nelle ore notturne c’è uno spiazzo abbastanza ampio dietro il chiosco dei giornali

  2. Adriano Giampietro scrive:

    Per favore, è possibile far tornare i commenti sui binari della normale dialettica? Ero presente, l’anno scorso, alla riunione che coinvolse l’amministrazione comunale, i responsabili del Temple e numerosi residenti della zona. Si stabilì (chiamo a testimoni il sindaco, il vice sindaco, l’assesore Severi , l’ex assessore Nocetti e il comandante Faso) che la situazione di disagio denunciata dalle famiglie residenti in zona Parco sarebbe state stata monitorata attentamente e che sarebbero state attuate misure adeguate per ridurre entro limiti accettabili i rumori molesti nelle ore notturne. Il provvedimento adottato dall’amministrazione comunale è in linea con gli impegni assunti, l’anno scorso, anche dai gestori del Temple. Mi chiedo: dov’è il problema? I giovani avventori del punto di aggregazione giovanile non riescono a percorrere a piedi 50 metri? Ne approfitto per sottoporre a Caselli e a Menani la solita osservazione. Non ha senso adottare misure giuste a carico dei clienti del Temple e lasciare indisturbati gli altri due punti di aggregazione che producono disagi identici e, qualche volta maggiori. L’ordinanza emanata l’anno scorso tenne conto del problema. Mi auguro che venga reiterata anche questa estate.

    • Paola Ammannati scrive:

      Adriano, il mio primo commento ERA sui binari della normale dialettica. Poi è ovvio, che se un anonimo, scrive determinate “cavolate”, oltretutto riferite a me parlando come “amministrazione” del Temple, cosa non vera, è scontato che la risposta arriva.
      Io ripeto, non sono i 50 mt (che sono ben di più), è che il parco è veramente molto buio e secondo me, come ho già scritto, si “toglie” il disturbo da una zona limitata per allargarlo a macchia d’olio in tutto il quartiere.
      Parlo così perchè sento i commenti dei giovani, sentivo ieri sera le loro proteste e ovviamente, parlando di ragazzini, la loro ribellione. Come ho già scritto, troverei molto più adeguato un servizio di sorveglianza in dterminate ore (ci sono un sacco di volontari che lo fanno per le varie fiere no?!) piuttosto che “spostare” il problema.

      • Adriano Giampietro scrive:

        Il parco è al buio perché il sovrintendente dell’epoca (Garzillo) vietò altre luci che non fossero segnasentiero.. Ricordo che qualche passata amministrazione tentò di risolvere il problema ( l’erx assessore Bellei avrà memoria del fatto) ma senza risultato.. Quanto ai cinquanta metri a piedi e alle proteste dei giovani avventori, cerchiamo di non farne un dramma. Altrimenti potrebbe arrivare l’ordinanza dello scorso anno per i tre centri di aggregazione giovanile

        • Paola Ammannati scrive:

          Esatto, il parco è buio. Ho letto che si sta provvedendo ad un nuovo progetto di illuminazione, ma ora putroppo ancora inesistente. Non ne sto facendo un dramma Adriano, però purtroppo la realtà dei fatti è proprio come le ho spiegato io ieri. Noi dello staff, per andare tutti via insieme, abbiamo parcheggiato in un cortile, suolo pubblico si, ma utilizzato la maggior parte delle volte dai condomini. Prima o poi anche questo diventerà un problema. Come tornerà ad essere un problema il parcheggio dell’edicola, che era quello messo a disposizione in via Indipendenza che citavo, ma se non ricordo male, è stato proprio una delle causee di chiusura del Goya… le ripeto, sto solo dicendo che stiamo allargando il problema a condomini e palazzi nelle vicinanze, non lo stiamo risolvendo.

        • vcas scrive:

          posso chiedere perchè qualcuno di voi vuole illuminare il Parco?
          non è uno spreco di luce inutile?

          i problemi di delinquenza e sicurezza finora accertati, lo sanno anche i muri, sono legati:

          1) a personaggi/bulli/bulletti tra cui alcuni appartenenti a famiglie conosciute e ben note per la loro proverbiale mafiosaggine.
          2) a fascio-nazi bombolettari dalla svastica facile e dalla rissa 10 contro 1 ancor più facile, talvolta agghindati con sciarpette neroverdi di cui dovrebbero essere privati all’istante. (che non gli venga un giorno qualche balzana idea di farsi “onore” anche all’estero..)

          Non serve a niente illuminare a giorno, o forse serve ma secondo me serve davvero a poco. Il parco è grandissimo, ci sarà sempre un angolo buio dove qualcuno fa qualcosa. Serve invece prendere provvedimenti alla radice contro certa gente, e forse costerebbe anche meno.

          Per i parcheggi sta bene l’iniziativa presa, se liberano un po’ di posti ai residenti (in tutto 10 case al massimo). Per la movida ritengo che sia inutile prendersela col Temple Bar. Sennò trasformiamo tutto in un dormitorio a parer mio. Finchè si riesce a intrattenere un dialogo proficuo credo che i residenti siano persone lungimiranti ed educatissima. E un po’ di rumore e un po’ di vita, fatti salvi i punti 1 e 2, non credo guastino la pazienza di nessuno.

  3. Mille Pezzi scrive:

    Sintomatiche comunque le minaccie dei “responsabili” che leggo qui…..è vero,la soluzione anche se sperimentale sembra piuttosto improvvisata e precipitosa (e di conseguenza con molta probabilità anche inefficace….),ma proprio per questo mi sembra di cogliere una gran fretta da parte del vicesindaco che denota che per lìappunto i problemi di ordine pubblico ci sono eccome….altro che mettere la polvere sotto al tappeto a far finta di niente,a fronte di un tale sependiente così estemporaneo ci saranno state sicuamente ulteriori pressioni da parte dei residenti che versano ormai in un forte disagio….e si sà….il seggio 17 a Caselli fa comodo,roba da far crollare il castello di carte dei 140 voti di margine………poi finalmente un po’ di scannamento tra “fratelli” (in questo caso amministrazione VS gestione)non fa mai male alla sincerità,per lo meno dalla bocca dei “responsabili”(anche un po’ irresponsabili a dire il vero)incominciano ad emergere alcune verità negato a tutto spiano fino ad oggi………..
    Buone accoltellate a tutti.

    • Paola Ammannati scrive:

      “Minacce”???? “Buone accoltellate a tutti”???? “Scannamento fra fratelli”????? …. Mille Pezzi, ma fammi il favore dai…

    • vcas scrive:

      la delinquenza però non è una questione “generalista”.
      sicuramente c’è qualcosa che non quadra, e già dall’anno scorso era stato detto.
      ma credo che sia evidente che essendo a quanto pare un po’ cambiato il giro degli avventori, ed essendo aumentati i problemi, gli “imputati” principali siano ipoteticamente riconoscibili. siano essi “colorati” o meno.

      se ci sono le risse, i ragazzi sanno perfettamente chi le genera.
      basterebbe semplicemente informare la questura con puntualità invece di monopolizzare la scena come fa il vicesindaco (che non è Chuck Norris) e invece di fare caciara sul giornale lasciare fare alla polizia che al 99% delle volte, interviene senza nemmeno dover usare “il pugno di ferro”.

      Perchè dopo 3 anni è ora di dirlo, Menani ci metterà della buona volontà ma non ha nessun tipo di competenza in queste faccende e francamente parlando, e senza offendere nessuno, nemmeno Faso ce le ha. (vedi casi eclatanti dei nostri “swat” comunali a Modena)

      Il Temple Bar non credo abbia seri problemi fino all’una di notte, dato che il locale dovrebbe tendere allo svuotamento perchè la gente fa prima serata li e poi migra verso “la balera”. e per la mia esperienza personale non succede mai quasi nulla fino a quell’ora, complice il fatto che per alzare il gomito ci metti sempre un po’ da che mondo e mondo. Se poi le cose sono cambiate qualcuno mi contraddica. Dopodichè comincia la fase “calda” con potenziali coglioni a zonzo fino alle 4, ed è li magari che bisogna intervenire.

      Ma con interventi mirati.
      Allargare i parcheggi, stando alle informazioni, carenti o non carenti non lo so, che ci pervengono dall’amministrazione, non significa nulla ne in un senso ne in un altro. Io non lo so se il problema della delinquenza e dei ceffoni è legato a liti per il parcheggio… cioè mi sembra assurdo e non capisco alcune preoccupazioni da parte delle persone che hanno postato qui e la in questo topic. Se invece è la solita trita e ritrita lamentela per il “chiasso”, mettere i parcheggi dall’edicola non capisco chi danneggia. Il residence è a più di 50 metri.

      Poi oh forse io sono uno zaclone che vivendo da 20 anni sulla circonvalla dormo anche se passano 16 camion in fila ed ho il sonno “addestrato” al rumore…

  4. Paola Ammannati scrive:

    Altra puntualizzazione: dopo non vi aspetterete che noi prendiamo su scopa e paletta e andiamo a pulire anche il parcheggio in Via Indipendenza vero?! (Oltre al fatto che magari non puliremo più neanche quello di fianco a noi, dato che non ne abbiamo più l’utilizzo)…

  5. Paola Ammannati scrive:

    Perfetto!!!!
    Io penso, con tutto il rispetto per il nostro vicesindaco, che questa sia la cosa più assurda e inconcepibile che abbia mai sentito.

    Per prima cosa, Via Indipendenza non credo abbia abbastanza “posti” per poter gestire tutte le macchine che la sera sostano nel parcheggio.
    Seconda cosa, ancora più probabile, se poi i ragazzini, “sgommano” apposta sotto casa della gente, non lamentatevi, perché purtroppo questa sarà una cosa che li farà arrabbiare, e non poco. Adesso creano questo disagio a pochi residenti, dopo probabilmente questo problema verrà esteso a tutto il quartiere, dato che a mio avviso si cercherà parcheggio di più in zona chiesa/Capuana rispetto a Via Indipendenza.
    Terza cosa, la più grave a mio avviso, ma voi lo avete visto il parco? Funzionano pochissimo faretti e anche i pochi accesi sono ricoperti di sporcizia e fanno meno luce di un accendino. Sinceramente, che i ragazzini, o peggio ancora, i gruppi di ragazzine, siano “obbligati” ad attraversarlo a piedi, credo sia una cosa allucinante!
    E’ vero si, che i disagi ci sono, ma forse basterebbe mettere qualcuno a controllare nel parcheggio dalle 23 (prima non credo che sgommi nessuno) alle 2? Mah…

    • Elena scrive:

      Perchè deve essere il Comune a pagare per il controllo del parcheggio utilizzato solo da un locale privato???? I volontari (o meglio la loro associazione) un rimborso spese lo prendono, e immagino che di sera sia più alto. Perchè non paga il Temple e la finiamo lì?

      • Paola Ammannati scrive:

        Elena, il mio commento è riferito ad un parcheggio pubblico, come ce ne sono miliardi in tutta Italia, dove in teoria, dovrebbero essere i vigili a gestire la situazione. Perchè in qualsiasi altro posto basta la telefonata per “schiamazzi notturni” mentre noi dobbiamo sempre essere messi in croce?
        Purtroppo ormai è diventata una guerra, e la cosa mi dispiace molto, perchè il Temple è sempre stato così, i ragazzini ci sono sempre stati e anche noi, a sedici anni, sgommavamo con i motorini e ci fermavano nel parcheggio anche dopo l’orario di chiusura… questo ben 15 anni fa… ma il locale non è mai stato sui giornali un giorno si e l’altro pure.

    • vcas scrive:

      Paola, io non ho capito le seguenti cose:

      1) chi sentirebbe o udirebbe le sgommate in via indipendenza, dal momento che buona parte della via è occupata dal parco (ok ci sono le case sul lato sinistro svoltando a destra dal semaforo ma credo che cmq siano abituati al transito dei veicoli)

      2) i parcheggi dall’edicola: sgommerebbero li? il residence ha la sbarra (mi pare di ricordare) ed è sufficientemente lontano. se qualcuno fa i “garini” tra le viuzze li intorno le farebbe cmq

      3) non capisco il nesso tra spostare i parcheggi aumento della delinquenza

      4) le ragazzine nel parco poco illuminato vittime di sedicenti palpeggiatori. d’estate il parco è generalmente pieno di coppiette, è molto aperto e quindi al primo strillo qualcuno se ne accorgerebbe subito e non credo nessuno sia mai stato violentato al parco ducale. illuminarlo a giorno anzi lo renderebbe a parer mio completamente deserto oltre ad imbruttirlo parecchio e toglierebbe anche il lusso di qualche passeggiata al chiaro di luna a qualche 30enne romanticone meno interessato al temple bar e più interessato a far due chiacchiere con qualcuno.

      5) la cosa che genera sicurezza nel parco ducale è proprio la presenza della casa del parco, visto il grandissimo viavai di gente che ha. finchè la casa nel parco vive, il Parco Ducale resterà a parer mio un parco sicuro. Io la vedo così. poi può capitare qualsiasi cosa ovviamente (vedi Utoya l’anno scorso) magari un po’ più di luce sui sentieri e qualche pattuglia che gira in maniera discreta perchè no, ma non mi sembra il caso di ripetere a pappagallo “La vita in diretta” terrorizzandosi e terrorizzando il prossimo su cose che non sono mai capitate col fatidico “c’è sempre una prima volta”.

      5) le problematiche legate alla sicurezza del Temple si sa benissimo (l’anno scorso s’era capito alla perfezione) da dove provengono. e si sa anche chi ci sguazza in mezzo, perchè da che mondo e mondo sono le compagnie e gli avventori dei locali quelli che decidono se essere persone perbene o semplici pan troglodytes in abiti civili. ragion per cui tutte le varie “Menanate” giornalistiche trovano il tempo che trovano. Il problema li lo si risolve alla radice se uno vuole, con segnalazioni dirette a chi sa fare il suo mestiere. E sono proprio i “gestori” che lo devono fare, senza troppa paura di mettere nei guai l’amministrazione. Perchè comincio a credere che sia questa ossessiva volontà di risolvere il problema e apparire come “salvatori” da parte di alcuni politici sassolesi, pa rallentare la soluzione dei problemi.

      • Paola Ammannati scrive:

        Vcas, intanto grazie degli altri post che hai pubblicato perché a me sembrava di vivere in un mondo parallelo dove i ragazzi e il rumore non potessero esistere….
        Provo a risponderti in fila a tutto quello che hai chiesto:
        1- Quando parlo di sgommate non mi riferisco solo a Via Indipendenza, come ho scritto in un altro commento, credo che la zona dove i ragazzi cercheranno di parcheggiare sia più che altro la parte alta, chiesa/casa degli alpini/capuana… e li di abitazioni ce ne sono parecchie.
        2- Il parcheggio dell’edicola, sgommate a parte, è sempre stato un grosso problema ai tempi del Goya, perché la gente che sosta, al di là di fare rumore (e ti assicuro che i residenti si sono sempre lamentati, quindi forse non sono poi così lontani dalle loro orecchie), nel momento del ritrovo o peggio ancora, dei saluti, lascia bottiglie, si siede sulle sbarre rompendole (è successo decine di volte) e crea altre problematiche del genere.
        3- Per quel che riguarda la delinquenza, non ho detto che spostando i parcheggi debba aumentare, però, va da sé, che se una ha la macchina a20 metri dal locale è ben diverso che farsi a piedi stradine, parchi o stradelli. Questo vale anche per noi, quando finiamo di pulire (mezza Sassuolo!) a volte sono le quattro e in giro non c’è anima viva.
        4- Qui ti sbagli, perché purtroppo nel parco ne sono già successi di episodi poco piacevoli.
        5- Per quel che riguarda l’illuminazione la penso come te, per il resto è ciò che ho scritto al punto 4.
        6- Per rispondere a quest’ultimo dubbio mi prendo un po’ più di spazio perché… hai ragione! La maggior parte dei ragazzi che vengono al Temple li conosciamo personalmente col tempo e sono bravissimi ragazzi. A volte però capita che, vuoi per un bicchiere di troppo, vuoi per un gruppo nuovo magari di bulletti, ci scappi il litigio. Premettendo che non ci sono mai state risse colossali o danni seri, il problema è che non è di questo che la gente si lamenta. Tante volte siamo usciti nel parcheggio a dire ai ragazzi di abbassare la musica nelle macchine, ma anche quando lo fanno, rimangono comunque a chiacchierare. Ovviamente, se sono in più di 4 o 5 i toni si alzano e anche se non stanno litigando, un residente con le finestre aperte li sente parlare e ridere e scatta l’insopportazione totale! Per le sgommate poi, che sono state causa dell’ultima lamentela, cosa devo dire? Seguo la gente mentre va via in macchina? Questa non è una cosa che possiamo gestire noi e con un minimo di logica lo capirebbe anche un bambino.
        Credo che il problema vero sia che la gente ormai si lamenta davvero di tutto, io ho abitato per 20 anni in una casa attaccata al Temple e si, la musica fino a mezzanotte d’estate la sentivamo, i motorini anche, ma abbiamo sempre dormito benissimo senza farci venire esaurimenti nervosi o attacchi d’ira. Adesso, situazione simile alla tua, la finestra della mia camera affaccia su Via Rometta, cosa dovrei dire di tutti i motorini smarmittati che passano qua sotto tutta la notte??? Mi sono abituata e dormo lo stesso, anche con le finestre aperte…. Però pian piano mi sta balenando l’idea che potrei chiedere in comune di bloccare il transito dalle 20 alle 6 del mattino!!! :-D

  6. Nicola Sarcozzi scrive:

    Ottima iniziativa. Lodevole rendersi finalmente conto che i problemi ci sono dopo averli negati a più riprese (per esempio nei commenti al precedente comunicato sul Temple ad opera del Pd). Giusto provare a far qualcosa per cambiare la situazione.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
© 2014 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 25 query in 0,910 secondi •