» Maranello - Politica

Futuro e Libertà ribadisce il bisogno di sicurezza,sopratutto nel periodo estivo

A tre anni dalla campagna elettorale, in cui la sinistra maranellese aveva sbandierato ai quattro venti il tema sicurezza, materia in cui è stata sempre carente, ma che ha esaltato per recuperare consenso popolare, annunciando la costituzione di un gruppo 27 volontari, di cui tutt’ora non c’e’ nessuna traccia. Quindi, se veramente i volontari per la sicurezza annunciati fossero attivi, assieme al personale della Polizia municipale si potrebbe arrivare ad avere a disposizione 40 uomini che, in stretta collaborazione con il personale della locale stazione dei Carabinieri, garantirebbero una copertura ed un controllo efficienti del territorio, un ottimo deterrente ai furti. Chi conserva la delega alla sicurezza, poi, deve essere in prima linea, coordinando il personale della PM nei servizi esterni e non chiudersi in ufficio, ricevendo i cittadini una volta la settimana. La sicurezza, a differenza di altre materie, è sempre attuale e soprattutto in questi periodi la guardia non deve essere abbassata. Non è una scusante, inoltre, sostenere che essendo donna non può svolgere questi tipi di servizi. Nell’inverno appena trascorso, tantissimi cittadini e commercianti, si sono visti svaligiare la propria casa, sfondare le vetrine dei propri negozi anche più volte in pochi mesi, dove i ladri hanno fatto razzia di ogni genere, ed oltre al valore commerciale sottratto dobbiamo sommare quello non quantificabile del valore affettivo,per non parlare dello shock psicologico per essere stato ferito nell’intimo della propria abitazione. Una famiglia del capoluogo, la quale per ovvie ragioni chiede l’anonimato, vittima di furto in casa, si è vista sottrarre una somma di danaro che serviva per pagare la prestazione del proprio dentista,ed e’ dovuta ricorrere ad un prestito alla per onorare il debito contratto continuiamo citando la testimonianza del Signor Franco Cristofori, di via Evangelista: “Ho subito un furto in casa e sono stato costretto ad installare un impianto di allarme abbastanza oneroso. Avrei il piacere di vedere, ogni tanto, qualche vigile e/o carabiniere”,quella della Sig.ra Carta Pasqua:“ho subito un furto in questa primavera. I ladri, oltre ad avermi sottratto tutto l’oro mi hanno causato ingenti danni agli infissi di casa”,della commerciante Severi Alice, titolare del negozio “Futurottica” di via Claudia: “Sono stata vittima di un tentativo di furto ed un danneggiamento alla vetrine nell’ultimo anno. Tra l’altro, in questa zona, siamo tutte donne, ed abbiamo paura sopratutto nel periodo invernale quando fa buio molto presto. Se questo gruppo di volontari c’è, chi ha la responsabilità della gestione dia una risposta concreta” e per concludere quella della Famiglia Caselli che ha subito un furto in abitazione, i cui ladri gli hanno sottratto tutto l’oro. Abitano in periferia ed hanno paura. Chiedono maggior controllo del territorio soprattutto nelle ore serali e/o notturne.

Queste sono alcune delle testimonianze di persone,famiglie,negozianti colpite dai furti nel nostro paese. Contemporaneamente il personale della PM dov’era? Era impegnato in attività di polizia giudiziaria, che non gli compete direttamente, non avendo i mezzi,le strutture e neppure l’esperienza , nel distretto ceramico e nel capoluogo, traendo in arresto persone per reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Operazioni importanti ma che tolgono personale al preminente controllo della città. Per tali servizi, avevamo presentato un’ interrogazione al sindaco, al solo fine di sapere se la PM di Maranello avesse preso parte a tale operazione. Nonostante il regolamento preveda la risposta entro 30 gg, la stessa è giunta dopo diversi solleciti dopo 93 giorni. In commissione, per bocca del capogruppo Pd, in modo assai inusuale, inopportuno e goffo, ci è stato detto di attendere per timore che informassimo gli organi di stampa. Eccoci qua.

L’amministrazione di sinistra, per pura propaganda e per imbonire il proprio elettorato, ha ospitato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Dalla riunione emergeva la volontà di rinforzare le ff.oo., inviando nel distretto una decina di uomini dei reparti speciali dell’Arma. Personale che, come denunciato da noi allora, non conosce il territorio e gli obiettivi sensibili provenendo, tra l’altro, da fuori regione. Appare inopportuno, inoltre, ospitare il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza a Maranello e non coinvolgere i consiglieri e/o capigruppo consiliari i quali, espressione diretta dei cittadini, avrebbero desiderato porre alcune domande al Prefetto e Questore. Ci troviamo quindi, dopo tre anni di legislatura, ad avere un Sindaco, ad occuparsi di tutto tranne che della sicurezza dei cittadini e commercianti, i quali, complice la persistente crisi economica devono fare i salti mortali per fare quadrare i conti e si sentono abbandonati da chi dovrebbe provvedere alla loro incolumità. Invitiamo il sindaco e la giunta, la quale verrà ricordata solo per avere deturpato la piazza libertà e strade attigue, sperpero di risorse pubbliche per la biblioteca miliardaria, a costituire un gruppo di volontari per la sicurezza, dando loro i giusti strumenti quali la formazione, mezzi, sede ed incentivi al fine di porli in condizioni di operare sul territorio, per il preminente interesse della sicurezza dei cittadini e commercianti. Chiediamo, infine, di concedere incentivi ai cittadini e commercianti per l’installazione dei sistemi di teleallarme e videosorveglianza, estendendo, questi ultimi, nei punti nevralgici della città in modo da poter monitorare quotidianamente le immagini, mettendole a disposizione in supporto magnetico alla polizia giudiziaria in caso di delitti. I cittadini hanno il diritto alla sicurezza, non si può sbandierare quello che non esiste.

(Paolo Boi Consigliere Comunale, Presidente Circolo Maranello Futuro e Libertà)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print



Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
© 2014 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 17 query in 1,226 secondi •