» Ambiente - Modena - Reggio Emilia - Viabilità

Qualità dell’aria: Modena, insieme a Carpi e Reggio Emilia, chiede più flessibilità alla Regione

Nei centri colpiti dal terremoto le limitazioni al traffico il giovedì devono essere attivate in modo flessibile, il trasporto pubblico nei giorni di blocco deve essere vantaggioso per i cittadini e il rafforzamento delle misure strutturali deve essere finanziato attraverso fondi e progetti regionali dedicati.

Sono le principali osservazioni alla proposta regionale di Accordo di programma sulla qualità dell’aria che i Comuni di Modena, Carpi e Reggio Emilia, insieme alla Provincia di Modena, hanno presentato congiuntamente oggi, giovedì 28 giugno, alla Regione Emilia-Romagna, che si è posta l’obiettivo di firmare l’accordo entro la fine di luglio. I suddetti Comuni, durante l’incontro, hanno ricordato inoltre che nelle realtà colpite dal terremoto (Modena, Carpi e Ferrara) le attività economiche dei centri storici stanno vivendo gravissime difficoltà, e hanno richiesto di valutare l’applicazione più flessibile in queste realtà delle misure limitative del giovedì.

“Siamo contenti che, nella bozza di accordo, sia stata recepita la necessità di un rafforzamento delle misure strutturali”, afferma l’assessore all’Ambiente del Comune di Modena Simona Arletti, che ha portato ad esempio l’estensione delle aree Ztl, la disincentivazione della mobilità privata casa-scuola, la promozione dell’uso del mezzo pubblico per recarsi al lavoro, la razionalizzazione dei mezzi di trasporto delle merci attraverso la programmazione di poli dedicati nei centri urbani principali e l’uso di mezzi ecologici per la consegna puntuale. “Esprimiamo soddisfazione anche per il fatto che per queste politiche si siano reperite risorse pari a circa 4 milioni di euro – aggiunge – e per l’impegno della Regione a promuovere accordi con i gestori delle infrastrutture autostradali. Rimaniamo però critici sulla proposta di anticipare a inizio ottobre le limitazioni al traffico del giovedì”.

I temi posti sul tavolo regionale erano stati anticipati in una lettera sottoscritta dal presidente della Provincia di Modena Emilio Sabattini e dai sindaci di Modena, Giorgio Pighi; di Carpi, Enrico Campedelli; di Reggio Emilia, Graziano Delrio; e dai relativi assessori all’Ambiente: Stefano Vaccari per la Provincia, Simona Arletti per Modena, Simone Tosi per Carpi, Paolo Gandolfi per Reggio Emilia.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print

Leggi anche:
I rappresentanti degli enti locali modenesi, pur avendo firmato l’Accordo regionale di programma sulla qualità dell’aria, mantengono le perplessità già espresse nelle scorse settimane per l’efficacia di alcune delle azioni previste e richiamano la necessità di non penalizzare le attività economiche...
Preoccupazione per la qualità dell’aria nel nostro territorio e riconoscimento della necessità di una strategia comune a livello regionale, anche come risposta all’infrazione comunitaria avviata in ambito europeo. Sono le principali motivazioni che hanno portato i Comuni di Modena e Carpi a sottoscrivere...



Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
Uso dei cookies
© 2014 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 22 query in 2,583 secondi •