» Ambiente - Sassuolo

Lotta alla zanzara tigre: dal 10 Aprile, a Sassuolo, in vigore l’ordinanza

Il Comune di Sassuolo ha pubblicato l’ordinanza sindacale n 117/12 “Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo delle malattie trasmesse da insetti vettori ed in particolare dalla zanzara tigre (Aedes albopictus).

Il Sindaco ha stabilito che l’ordinanza sia esecutiva per il periodo 10 aprile al 31 ottobre 2012, in pubblicazione all’Albo Pretorio online del Comune, ai sensi dell’articolo 32, comma 5, della legge 18 giugno 2009, n. 69 e ss.mm.ii, a decorre dal 3 aprile 2012 e per 15 giorni consecutivi e consultabile sul sito internet del Comune per tutta la durata della sua efficacia.

Tra le disposizioni dell’ordinanza c’è l’obbligo per tutti i proprietari di aree private in cui siano presenti sistemi di raccolta delle acque meteoriche, tra cui amministratori condominiali, privati cittadini, gestori di aree di centri commerciali, di evitare l’abbandono di contenitori in cui possa raccogliersi e ristagnare l’acqua piovana, a trattare pozzetti e fognature con appositi larvicie a rimuovere rifiuti od altri elementi che possano favorire il ristagno dell’acqua.

La Zanzara tigre è una piccola zanzara (lunga meno di un centimetro), di colore scuro con striature bianche sul dorso e sulle zampe, originaria dell’Asia Orientale. Il Comune di Sassuolo ha attivato, nelle zone del territorio comunale dove è stata riscontrata la presenza di zanzara tigre, trattamenti di disinfestazione delle aree pubbliche. All’ intervento del Comune sulle aree pubbliche deve affiancarsi la collaborazione di tutti i cittadini nell’adoperarsi ad eliminare tutti i potenziali microfocolai domestici.

La lotta alla Zanzara Tigre non può avere esiti positivi senza un attivo coinvolgimento della popolazione. I siti a rischio di infestazione da Zanzara Tigre nelle aree pubbliche sono infatti solo il 20-30% del totale. Il rimanente 70-80% delle zone a rischio è di proprietà privata. E’ quindi necessario che i cittadini mettano in atto misure di prevenzione e di trattamento nelle aree di loro competenza.

Cosa fare contro la Zanzara tigre

trattare regolarmente i tombini e le zone di scolo e ristagno con prodotti larvicidi che dovranno essere a base di:

– Diflubenzuron oPyriproxyfen in formulazione granulare, in compresse o liquida, da applicare ogni 4 settimane, secondo le indicazioni riportate sul foglio illustrativo;

– Bacillus thuringensis israeliensis, prodotto da applicare ogni 7 giorni (confezioni in compresse o in gocce, da diluire in misura di 20 gocce in 1 litro di acqua, sufficienti per 4 tombini).

Questi prodotti sono in venditapresso le farmacie o nei negozi specializzati (consorzi agrari ecc…) dove saranno fornite le informazioni necessarie al loro utilizzo.

– eliminare i sottovasi e, ove non sia possibile, evitare il ristagno di acqua al loro interno ovvero riempirli di sabbia

– verificare che le grondaie siano pulite e non ostruite;

– coprire le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana con coperchi ermetici, teli o zanzariere ben tese;

– tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introducendo pesci rossi che sono predatori delle larve di Zanzara Tigre.

Cosa non fare:

– accumulare copertoni e altri contenitori che possono raccogliere anche piccole quantità di acqua stagnante;

– lasciare che l’acqua ristagni sui teli utilizzati per coprire cumuli di materiale e legna;

– lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l’apertura verso l’alto;

– lasciare le piscine gonfiabili e altri giochi pieni di acqua per più giorni;

– svuotare nei tombini i sottovasi o altri contenitori;

– disperdere nell’ambiente rifiuti nei quali possa raccogliersi acqua piovana come bottiglie, lattine, bicchieri, sacchetti di plastica.

I trasgressori saranno soggetti a sanzione amministrativa di 103 euro.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print



Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine - Appennino notizie
© 2014 · RSS PAGINA SASSUOLO · RSS ·
• 17 query in 1,211 secondi •