Sono iniziati questa mattina a Modena i lavori di installazione di una prima parte della nuova segnaletica turistica pedonale del Centro storico, con percorsi guidati che accompagneranno i visitatori dalla stazione dei treni al sito Unesco di piazza Grande, fino a largo Sant’Agostino e al Museo casa Enzo Ferrari.

Il progetto, che sarà ultimato nel 2013 con la messa in opera di altri due itinerari che, partendo dal Sito Unesco raggiungeranno le chiese di san Biagio e di san Pietro e il Palazzo dei Musei, il nuovo parco archeologico Novi Ark e l’Aedes Muratoriana, è frutto di una ricerca che ha coinvolto il Museo civico d’arte, sede del coordinamento del sito Unisco locale, la Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara e ha beneficiato dei finanziamenti della legge 77/2006, “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani posti sotto la tutela dell’Unesco”.

I segnali collocati in questi giorni illustrano in italiano e in inglese alcuni tra i più importanti monumenti e luoghi cittadini: Duomo, Ghirlandina, piazza Grande, Palazzo comunale, Palazzo dei Musei, chiesa di Sant’Agostino, chiesa di San Giovanni, Palazzo ducale.

Per giungere a questo risultato è stata condotta un’indagine preliminare di raccolta e analisi dei dati relativi all’affluenza turistica (monumenti più visitati, caratteristiche e andamento delle presenze) per comprendere e inquadrare il sito Unesco – composto da Duomo, Ghirlandina e piazza Grande – nel contesto turistico più ampio della città e della provincia. Considerando come fulcro il complesso monumentale, è stato predisposto un circuito di visita che valorizza gli altri poli di attrazione turistica e culturale del centro per collegare il sito Unesco ai monumenti già riconosciuti come mete turistiche.

Una volta completata l’installazione della segnaletica, il percorso, raggiungibile da tutti gli accessi ferroviari e stradali grazie alle mappe collocate nei parcheggi e all’uscita della stazione ferroviaria, consentirà al turista di compiere un itinerario completo attraverso le più significative emergenze culturali e artistiche della città di Modena, tra le quali figura anche il nuovo Museo casa Enzo Ferrari. L’articolazione interessa aree interessate dalla presenza di significative attività commerciali, favorendo in così anche l’attività economica locale.

La segnaletica si uniforma dal punto di vista grafico a quella presente nella città di Ferrara per garantire omogeneità comunicativa tra i siti Unesco della Regione.

A breve saranno inoltre a disposizione anche audioguide in lingua italiana, inglese, francese, tedesca, spagnola. Anch’esse sono state realizzate grazie a uno specifico progetto elaborato, come quello relativo alla segnaletica turistica, dal Comitato di pilotaggio del sito Unesco, che riunisce Comune, Basilica metropolitana, Provincia, direzione regionale dell’Emilia-Romagna e le tre Soprintendenze territorialmente competenti. Le audioguide illustrano, oltre a Duomo, Ghirlandina e piazza Grande, anche le sale storiche del Palazzo comunale e i Musei del Duomo.

Sarà possibile noleggiare le audioguide, corredate da un pieghevole illustrativo con piantine dei monumenti e numeri di riferimento alle opere segnalate, ai Musei del Duomo e all’Ufficio di informazione e accoglienza turistica.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013