“Ancora il Centro Sportivo, al centro di notizie che lasciano senza parole. Dopo i ripetuti incendi che ancora non hanno responsabili (se mai ne avranno), la sconcertante scoperta dell’assenza delle elementari norme antincendio e soprattutto della pericolosissima presenza diffusa di amianto”. La denuncia arriva dal Movimento 5 Stelle di Finale Emilia.

“Nel luogo in cui portiamo i figli, i bambini del paese a fare sport, a sudare, a respirare a pieni polmoni, dalle pareti si diffondono attorno le fibre dell’amianto, e per giunta di quello “blu”, il più pericoloso.

Dobbiamo tener conto che le malattie da amianto si possono manifestare anche dopo molti anni dalla esposizione, e che sono patologie mortali, devastanti:

• placche pleuriche;

• asbestosi;

• carcinoma polmonare;

• mesotelioma.

Ma i tumori da esposizione possono svilupparsi anche in qualsiasi altra parte del corpo.

Le pericolose fibre penetrano nell’organismo principalmente proprio attraverso l’aria respirata, e non vi è una quantità minima di fibre per poter star tranquilli.

Amianto dove si fa sport, ma non solo lì.

A Finale E. altri luoghi pubblici, oltre alla Polisportiva, contengono amianto, e sono anch’essi frequentati prevalentemente da giovani.

Sono la sede distaccata dei Servizi Sociali e della Biblioteca (palazzo ex Pirani) e la scuola media C. Frassoni di Via Rotta.

Edifici pubblici, aperti al pubblico, senza alcuna avvertenza, alcun provvedimento risolutivo, senza neppure una doverosa informazione sui rischi che si corrono frequentandoli.

Questa situazione di grave pericolo non può essere scoperta solo ora per un improvviso risveglio di coscienza di chi invece da tempo doveva esserne a conoscenza. Da dove parte l’omertoso silenzio, e quali altre vergogne, quali altri scheletri nell’armadio, ci dobbiamo aspettare che emergano o ci dobbiamo preoccupare che, ancor peggio, restino coperte.

Dove erano i responsabili del nostro ufficio tecnico, i responsabili della Polisportiva, e soprattutto gli amministratori, Sindaco in testa.

Se da un lato, come M5S chiediamo che venga fatta piena luce sulle responsabilità anche personali in merito a tutti i fatti emersi, dall’altro chiediamo che immediatamente si intervenga per rimuovere ogni fonte di rischio e pericolo per la salute pubblica.

È il Sindaco, “massima autorità sanitaria con il potere di emanare ordinanze contingenti e urgenti in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica”, che senza perdere tempo deve intervenire, mettere in sicurezza i luoghi a rischio, finanziare gli interventi necessari, rimuovere da ogni incarico chi porta responsabilità.

La gravità della situazione richiede provvedimenti di discontinuità con l’omertoso passato”.

(Movimento 5 Stelle di Finale Emilia)



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013