martedì, 20 Febbraio 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeBolognaMuore un cervo impigliato ai lacci tesi dai bracconieri




Muore un cervo impigliato ai lacci tesi dai bracconieri

Nell’Alto Appennino Bolognese, nei giorni scorsi uno stupendo esemplare di cervo nobile è rimasto impigliato ad un laccio, teso dai bracconieri, facendo una fine atroce mentre si dimenava inutilmente per cercare di liberarsi. Il referto del veterinario non lascia dubbi: “sfiancamento cardiaco imponente e arterie coronariche fortemente dilatate”.

L’ animale, mentre si divincolava per liberarsi, è stato inoltre raggiunto da un grosso alano di una vicina abitazione che lo incalzava, rendendo la situazione ancor più insostenibile. La scena è stata notata attraverso i binocoli da un cacciatore dell’URCA (Unione Regionale Cacciatori Appennino) il quale, dopo aver chiamato altri cacciatori poco distanti ed il responsabile del distretto, si è avvicinato all’animale – nonostante la pericolosità di un cervo terrorizzato di quasi tre quintali – e lo ha liberato tagliando il cavo metallico che lo bloccava. Il cervo però si è accasciato a terra poco distante ed è morto.

Successivamente è stata avvisata la Polizia Provinciale che ha iniziato le indagini rinvenendo nelle immediate vicinanze altri lacci dello stesso tipo e, nell’orto di una casa colonica, anche ossa di cervo. E’ risultato quindi chiaro che non si trattava di un episodio isolato, ma dell’ultima di una serie di azioni criminose contro il nostro patrimonio faunistico, attuate con modalità particolarmente crudeli. Gli animali infatti, in simili situazioni, muoiono terrorizzati dopo una lunga agonia. Le indagini sono quindi proseguite con perquisizioni presso abitazioni, fienili e magazzini circostanti che hanno portato, a conferma di quanto si era ipotizzato, al rinvenimento ed al sequestro di mezzi illegali di cattura di fauna selvatica, di carni di cervo all’interno di congelatori, nonché di munizioni a palla unica illegali. Al momento la Polizia Provinciale ha denunciato due persone in stato di libertà, ma non esclude che, nel corso degli accertamenti che stanno proseguendo, si possano scoprire altri responsabili di questi crudeli atti di bracconaggio.

foto di un cervo maschio adulto come quello ucciso
















Ultime notizie