Arti Vive Festival Soliera: la mostra di disegni di Davide Toffolo e la premiazione di Arti Ridens 2011


Sono due gli appuntamenti che caratterizzano la giornata di martedì 14 giugno, ad Arti Vive Festival. Alle 20.30 presso la Sala Consiliare del Castello Campori, si inaugura la mostra di Davide Toffolo. Alle 21 la Sala delle Cerimonie del Castello ospita la serata di premiazione di Arti Ridens, la seconda edizione del concorso di umorismo e satira che chiama a raccolta le fantasie e gli immaginari di vignettisti e illustratori di tutta la penisola.

Davide Toffolo è tra i più importanti fumettisti italiani contemporanei, oltre ad essere il leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti, la band che si esibirà sabato 18 in piazza Lusvardi. Le sue opere grafiche riguardano sia i fumetti che le animazioni. Le sue due attività, fumettista e musicista, non sono separate, ma continuamente integrate da performance di disegno e musica, come le atmosfere musicali durante le sue mostre di fumetti o i videoclip dei singoli musicali.

Quelli di Toffoli sono soprattutto ritratti. E i ritratti sono anche il tema di “Faccia a Faccia – indagine fisiognomica di un pubblico”, l’evento site-specific pensato per Arti Vive che avrà luogo domenica prossima, nel centro storico solierese.

È invece l’insegnante veneziano Simone Frosini, in arte Simon, il caustico vincitore della seconda edizione di Arti Ridens, quest’anno dedicata al delicato (purtroppo attualissimo) problema della perdita del lavoro. Il compito della giuria, presieduta da Carlo Mantovani e formata da personalità del calibro di Massimo Bonfatti, Giorgio Franzaroli e Giovannantonio Forabosco (esperto di umorismo di fama internazionale) è stato più arduo del previsto: perché delle 67 vignette arrivate da tutta Italia e anche dall’estero, almeno una decina avrebbero meritato un premio. Sul podio, altri due big della satira disegnata: da Roma, il pungente Mauro Biani e da Vicenza la poetica Marilena Nardi. Tra i segnalati, anche due carpigiani (l’intramontabile Oscar Sacchi e il brillantissimo Roberto Galavotti) e un giovanissimo mirandolese (Pier Filippo Tortora) il quale, in barba all’orientamento scolastico, a nove anni ha già capito che strada scegliere.

Nel corso della consegna dei premi verranno proiettate le vignette più interessanti, con il commento degli esperti.