Bretella Campogalliano-Sassuolo, Muzzarelli: ancora rinvii, a che gioco gioca il Governo?


“Per il distretto ceramico, la provincia di Modena e il sistema economico emiliano-romagnolo, la Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo rappresenta un’infrastruttura indispensabile. E’ necessario che venga costruita assicurando celerità, sicurezza e sostenibilità: lo sviluppo e la ripresa si giocano anche sul tavolo infrastrutturale.

Quando si perdono mesi, si perdono opportunità”, ha dichiarato l’Assessore regionale a Programmazione e Sviluppo territoriale, Gian Carlo Muzzarelli (PD).

“Purtroppo, spiega l’Assessore, articoli della stampa specializzata mai smentiti (ad esempio, un articolo del Sole 24 Ore di venerdì scorso) ci riferiscono di un nuovo disimpegno dell’esecutivo nazionale. Ancora una volta, il Governo gioca un gioco pericoloso, con promesse non mantenute: l’iter per costruire l’infrastruttura doveva ricevere una importante accelerazione con l’inserimento nella riunione del Cipe già a febbraio. Invece, pare proprio che fino a maggio il Cipe non verrà più convocato: era stato preso un impegno solenne nuovamente disatteso.

La Regione ha fatto e continuerà a fare la sua parte con responsabilità per un impegno comune con ministero ed Anas. Ma da parte del Governo non bastano più le parole: serve un impegno concreto, che ad oggi continua a mancare, tanto più se pensiamo che gli ormai “famosi” 235 milioni di euro di finanziamento erano stati assicurati a suo tempo dal Governo Prodi. Noi siamo a disposizione e vogliamo collaborare, ma a carte scoperte, per consentire che la proposta dell’intero progetto definitivo venga approvata quanto prima, in modo da potere esperire la gara di concessione (per la costruzione e la gestione dell’infrastruttura) e collegare finalmente l’Autostrada allo scalo di Cittanova/Marzaglia e Sassuolo”.