Home Carpi Confesercenti Carpi sull’incremento dei venditori abusivi

Confesercenti Carpi sull’incremento dei venditori abusivi

0

confesercenti“Il commercio abusivo rappresenta una forma di concorrenza sleale che danneggia principalmente chi opera onestamente. Per questo sollecitiamo un incremento dei controlli da parte delle autorità preposte, a maggior ragione sulle aree pubbliche e nelle strade della nostra a città, al fine di evitare la propagazione di un fenomeno proteso a deteriorare il tessuto economico locale”. E’ l’appello che Confesercenti Carpi rivolge all’amministrazione comunale anche in vista della prossime ricorrenze dei Santi e dei Morti.

Il commercio abusivo è un fenomeno deprecabile che va a detrimento della stragrande maggioranza dei commercianti che esercitano la loro attività correttamente, con regolare autorizzazione e previo pagamento delle tasse di occupazione di suolo pubblico. Nel ribadire quindi che ogni forma di abusivismo andrebbe eliminata, Confesercenti invita ad intensificare i controlli in particolare sulle aree pubbliche. “Siamo al corrente del fatto che in passato sono stati effettuati controlli e sollevate sanzioni ad operatori che stazionavano abitualmente in aree collocate su strade cittadine molto trafficate senza alcuna regolare concessione di posteggio. Oltre a ciò sono in aumento i casi di soggetti intenti a vendere abusivamente prodotti floreali in forma itinerante su vie, piazze e negli esercizi più frequentati. Per questa ragione – dichiara Confesercenti – invitiamo l’Amministrazione Comunale, ad intensificare i controlli soprattutto nei prossimi giorni, a ridosso in particolare della ricorrenza dei Morti e dei Santi, quando aumenterà la richiesta di piante e fiori. Gli organi preposti siano dotati dei mezzi appropriati per effettuare un monitoraggio approfondito e di conseguenza intervenire per stabilire se si tratta di singoli casi isolati o di un fenomeno più generalizzato”.

“Non si tratta di criminalizzare nessuno – precisa Confesercenti – ma solamente di impedire la nascita ed il dilagare di un fenomeno che, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, non può essere tollerato. A maggior ragione da chi opera regolarmente.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print