FestivalFilosofia: quasi 26.000 le presenze a Sassuolo


festival_filosofia_piazzagaribaldi_4E’ stato indubitabilmente un bilancio oltremodo positivo quello che si può desumere dalla nona edizione del Festival di Filosofia, dedicato alla “Comunità” che anche a Sassuolo, pur con una giornata, come quella di sabato, caratterizzata dal tempo incerto e dal forte acquazzone di Domenica sera, ha fatto registrare una larga partecipazione di pubblico, nella  tre giorni della kermesse svoltasi da venerdì 18, sino a domenica 20 settembre. Soltanto il dato conteggiato sulle presenze alle lezioni rende bene quanto affermato.

Hanno infatti sfiorato le 11.000 unità, le persone che hanno affollato, complessivamente tutte le lezioni magistrali in programma nella nostra città. Mentre tra i servizi (dalla vendita dei gadget alle bancarelle librarie) e tutte le altre attività collaterali, (spettacoli. Mostre, concerti, iniziative, etc..) si sono registrate quasi 15.000 presenze.

Complessivamente si sono quindi registrate presenze in movimento su tutte le attività proposte pari quasi a 26.000.

“Sì, – puntualizza, Luca Cuoghi Assessore alla Cultura, Associazionismo e Solidarietà del Comune di Sassuolo – credo davvero che anche in questa edizione il favore e l’interesse fattivo, veramente partecipato del pubblico si sia palesato in modo così marcato, Giornate – nonostante il tempo – a volte incerto -che hanno permesso ai tanti visitatori giunti nella nostra città da tante altre città, di godere anche della bellezza davvero unica e speciale in un momento come quello del Festival, del nostro Centro Storico. Centro storico dove, lo ricordo, quest’anno sono stati appositamente aperti spazi inediti per il Festival, come Piazza Garibaldi o nuove importanti proposte, come la neo-inaugurata Galleria d’arte San Giorgio.

La comunità è stata il filo conduttore, ma anche la vera protagonista di questo festival filosofia.

E’ stata la comunità a gremire le piazze, ad affollare la tensostruttura. Gran pienone anche per l’apertura straordinaria, oltre che gratuita, del Palazzo Ducale, dove è stato possibile contemporaneamente alla visita ai piani nobili dei magnifici saloni affrescati della Casa estense, ammirare lo straordinario dipinto di Velazquez.

Il pubblico sempre numeroso si è diviso tra le lezioni magistrali e i numerosi eventi collaterali, tra i quali occorre rimarcare la grande partecipazione al “tiratardi”e alla “Movida” di sabato..

Altissimo il gradimento per il bellissimo concerto, ad esempio, di Sarah-Jane Morris, nel corso del quale l’artista ha avuto modo di dialogare col pubblico sassolese, che lei stessa ha definito “attento e intelligente”. Anche le tante attività collaterali allestite (dai concerti alla caccia al tesoro, dal Tiratardi alle mostre, ai laboratori, agli stand di libri..) hanno fatto registrare tante presenze conteggiate. Ma il successo del Festival e della sua formula vanno ben oltre il pur rilevante dato numerico, come hanno confermato l’attenzione, la curiosità, la ricerca e il confronto con i relatori, su temi di così grande rilevanza. Attraverso lo scambio e la relazione più autentica che un momento come il Festival propone, è dunque possibile restituire alle nostre realtà il ruolo di comunità. E quindi di luoghi veri, partecipati. E’ questo, credo, il significato del successo di questa straordinaria manifestazione.

Vorrei inoltre ringraziare sentitamente – conclude l’Assessore – a nome dell’Amministrazione Comunale, oltre a tutti i partecipanti, l’intera organizzazione, gli addetti del Comune, le Associazioni, gli sponsor i volontari, gli addetti alla sicurezza, etc.. davvero tutti proprio tutti coloro che hanno contribuito, anche nella fase preparatoria, con il loro preziosissimo impegno alla perfetta riuscita di tutta la complessa macchina organizzativa”..

L’unica nota di (involontario) rammarico è stata originata dalla forzata cancellazione della proposta conclusiva, allestita specificamente per la piazza sassolese,che prevedeva, in Piazzale della rosa, il balletto multimediale con proiezioni sulla facciata del palazzo ducale..

I ballerini e i coreografi hanno tentato (e sperato) sino all’ultimo in una pausa del maltempo, ma la pioggia troppo violenta, ha di fatto impedito qualsiasi tentativo di rappresentazione…

Lo spettacolo è stato purtroppo ma inevitabilmente annullato.

Gli enti organizzatori e tutti i soggetti che si occupano della manifestazione hanno poi presentato il tema/filo conduttore per la prossima edizione del 2010: “LA FORTUNA ”, che anche a Sassuolo è stato annunciato dal Sindaco, Luca Caselli, in Piazza Garibaldi.

Un’edizione quindi che si annuncia già particolarmente attesa e non solo per il tema, così carico di interpretazioni e letture particolari, ma anche perché sarà, quella del prossimo anno, l’edizione del decimo anniversario di vita del FESTIVAL FILOSOFIA.