Sassuolo: Sinistra Giovanile, i giovani e Braida

Lo scorso 3 aprile, durante il Forum Giovani, l’Assessore alle politiche giovanili del Comune di Sassuolo Marco Fiori ha comunicato la volontà dell’amministrazione di concentrare nel parco di Braida tutte le iniziative giovanili già previste per la prossima estate.


Questa proposta – avanzata per continuare nel difficile percorso di rivalutazione del quartiere Braida intrapreso già da tempo dal Sindaco, dalla Giunta e dai Consiglieri comunali – non ha ottenuto, a differenza di quello che si pensava, un consenso unanime da parte delle associazioni giovanili interpellate.


Ad oggi l’amministrazione non ha ancora fornito una risposta ufficiale nonostante i tanti colloqui avuti con le associazioni; la Sinistra Giovanile si augura che questo ambizioso progetto vada avanti e che si segua la strada di altre grandi città dove i quartieri del cosiddetto meltin’pot (cioè degli immigrati con culture diverse mescolate) sono diventati i luoghi di ritrovo preferiti dai giovani.
Occorre sconfiggere la cultura del “diverso” e cominciare dalle nuove generazioni: così la Sinistra Giovanile, senza striscioni e bandiere (perchè l’integrazione non va strumentalizzata politicamente) appoggerà tutte le iniziative che vanno nella direzione sopracitata.